• News & Media
  • >
  • Tutto quello che c'è da sapere sugli oneri di sistema
  • News & Media
  • >
  • Tutto quello che c'è da sapere sugli oneri di sistema

Tutto quello che c'è da sapere sugli oneri di sistema

01/04/2022

Tutto quello che c'è da sapere sugli oneri di sistema 

La bolletta della luce e quella del gas sono composte da una serie di voci. L’importo finale in fattura, infatti, è formato da diverse componenti, come la spesa per la materia energia e le spese per il trasporto e la gestione del contatore. Una voce importante sono gli oneri di sistema, dei costi fissi che non dipendono dai fornitori.

Questa componente è determinata da ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente, perciò è uguale per tutti i venditori di energia nel mercato libero e tutelato. Per una maggiore consapevolezza sui costi in bolletta è importante sapere cosa sono gli oneri di sistema, perché si pagano e quanto incidono sulle bollette di gas e luce.

Oneri di sistema: cosa sono esattamente?

Nella bolletta delle utenze energetiche il prezzo finale è calcolato sommando alcune voci, tra cui appaiono sempre gli oneri di sistema. Sono delle spese fisse stabilite dall’Autorità, composte da varie componenti, ognuna delle quali ha una finalità specifica. Qualsiasi utente deve pagare gli oneri di sistema, infatti il fornitore non può eliminare questa voce dalla bolletta.

Le energy company possono agire soltanto sulla materia prima energetica, ad esempio offrendo una tariffa più conveniente sull’energia elettrica o il gas naturale. Le imposte, le spese per gli oneri di sistema e i costi per il trasporto e la gestione del contatore non possono essere modificati dai venditori, ma appena da ARERA o dal governo attraverso l’azione dell’Autorità.

È quanto avvenuto alla fine del 2021 con l’azzeramento degli oneri di sistema nella bolletta elettrica, una misura presa per ridurre gli aumenti del prezzo dell’energia causati dal contesto internazionale. Questa agevolazione è ancora presente nel 2022, infatti è stata riconfermata anche per il secondo trimestre per aiutare famiglie e imprese in questo difficile momento d’incertezza.

Gli oneri di sistema dell’energia elettrica

Nella bolletta della luce gli oneri di sistema sono formati da due componenti:

  • Asos, riguarda le spese relative al supporto delle energie rinnovabili e alla cogenerazione;
  • Arim, comprende le spese per altri oneri di sistema, come il bonus sociale, i costi legati al nucleare, le attività di ricerca e il sostegno al settore ferroviario e alla industrie energivore.

Gli oneri di sistema del gas

Anche nella bolletta del gas sono presenti gli oneri di sistema, i quali sono sempre stabiliti da ARERA e indipendenti dai fornitori. In questo caso esistono quattro componenti da considerare:

  • RE, sono le spese per il risparmio energetico e il supporto alle fonti rinnovabili;
  • UG2, riguarda i costi per la commercializzazione della vendita del gas al dettaglio;
  • UG3, include le spese per il recupero degli oneri di morosità relativi ai servizi di ultima istanza;
  • GS, è un costo per il bonus sociale pagato dai condomini con utilizzo domestico del gas (ad esempio con riscaldamento centralizzato).

Perché si pagano gli oneri di sistema?

Gli oneri di sistema sono uno strumento con il quale realizzare una serie di interventi d’interesse nazionale, come il supporto alle energie rinnovabili per la transizione ecologica e la riduzione delle emissioni di gas serra. Lo stesso vale per la gestione delle scorie radioattive delle centrali nucleari dismesse, oppure per il finanziamento del bonus sociale a favore delle persone in condizione di disagio economico o sanitario.

Al momento gli oneri di sistema sono stati azzerati, tuttavia si tratta di una misura temporanea destinata a terminare. Considerando la composizione della bolletta della luce relativa al terzo trimestre 2021, quindi prima che entrasse in vigore questa misura, il peso degli oneri di sistema sulla fattura dell’energia elettrica era del 17%, tenendo conto un consumo medio di 2700 kWh di una famiglia tipo con una potenza installata di 3 kW.

L’importo degli oneri di sistema viene determinato ogni trimestre da ARERA, quindi non si tratta di un costo fisso ma di una spesa variabile nel tempo, che può diminuire o aumentare in base alle circostanze. Ad esempio, in futuro le energie verdi non avranno più bisogno del sostegno attuale, perciò sarà possibile ridurre o eliminare questa componente dalla bolletta energetica.

Ad ogni modo, per risparmiare sui costi in bolletta l’unica soluzione è scegliere una fornitura conveniente nel mercato libero. Noi di Pulsee mettiamo a disposizione offerte luce e gas vantaggiose con energia prodotta al 100% da fonti rinnovabili, per risparmiare sul prezzo dell’energia, rispettare l’ambiente e gestire la fornitura in modo semplice e digitale tramite l’app Pulsee o l’area riservata.