Artboard 112 copy 55
Come Pulsee Luce e Gas siamo un soggetto terzo del tutto estraneo al servizio di streaming online denominato Pulsler. Avvisiamo che pertanto non potremo dare seguito ad eventuali segnalazioni e/o richieste. Clicca per approfondire. >>
ico-close
  • News & Media
  • >
  • Come funziona e come attivare il contatore elettrico

Come funziona e come attivare il contatore elettrico

03/09/2021

Come funziona e come attivare il contatore elettrico

Il contatore elettrico è un dispositivo essenziale per registrare i consumi di energia elettrica, con il quale monitorare la fornitura della luce e la contabilizzazione dei costi in bolletta. In passato si utilizzavano apparecchi meccanici, con un apposito dischetto metallico azionato dal passaggio della corrente, per rilevare il consumo elettrico a seconda della velocità di rotazione.

Oggi i punti di prelievo sono dotati di un contatore della corrente elettronico, un apparecchio smart più avanzato e affidabile, dotato di un display digitale e tante funzionalità innovative. Vediamo come funziona il contatore della luce, come è fatto e qual è la procedura prevista per attivarlo.

Contatore elettrico: quali funzionalità offre

I vecchi contatori dell’energia elettrica erano dispositivi elettromeccanici, in cui il rilevamento del consumo di corrente era affidato a un disco di metallo mosso dall’elettricità. Il dischetto veniva configurato in base alla potenza impegnata, in questo modo se il valore era di 2 kWh ad ogni giro del disco metallico corrispondeva un consumo pari a 2 kWh.

La registrazione del consumo elettrico avveniva con un sistema di cilindri a 9 numeri, con il quale veniva mostrato il consumo di corrente espresso in kWh. Dal 2001 hanno cominciato ad essere installati i nuovi contatori elettronici della luce, dispositivi completamente differenti in quanto si tratta di strumenti smart dotati di funzionalità avanzate.

I contatori elettrici moderni utilizzano appositi sensori per registrare il consumo di elettricità, garantendo maggiore precisione nel rilevamento. Questi apparecchi sono anche predisposti per la telegestione, con la possibilità di eseguire la telelettura a distanza dei consumi di corrente, oppure la diagnosi da remoto attraverso il telecontrollo.

Il contatore di corrente rimane sempre di proprietà del distributore locale, il quale può monitorare a distanza il dispositivo e intervenire in caso di anomalie e malfunzionamenti. Inoltre, è in grado di realizzare alcune operazioni da remoto, tra cui l’attivazione del contatore o l’aumento della potenza impegnata in seguito alla specifica richiesta da parte del cliente.

Quali sono i vantaggi del nuovo contatore elettronico della luce?

Il nuovo contatore dell’energia elettrica garantisce una serie di vantaggi importanti rispetto ai vecchi apparecchi elettromeccanici, infatti questo dispositivo assicura:

  • maggiori informazioni disponibili;
  • utilizzo semplice tramite display digitale;
  • telegestione a distanza;
  • telelettura da remoto;
  • diagnosi in tempo reale;
  • aumento della potenza impegnata a distanza;
  • rilevamento dei consumi in base alle fasce orarie;
  • registrazione dei consumi del periodo di fatturazione precedente.

Con questi strumenti è davvero semplice effettuare la lettura del contatore della luce, basta usare il display elettronico per scorrere le schermate e individuare quella relativa ai consumi. Inoltre, si possono verificare i consumi del periodo di fatturazione precedente, i dati sulla potenza massima, la potenza istantanea e le fasce orarie elettriche.

La potenza istantanea, in particolare, è un indicatore indispensabile per monitorare i consumi elettrici in casa. In questo modo si possono individuare eventuali anomalie o consumi eccessivi di alcuni dispositivi, per intervenire tempestivamente ed evitare gli sprechi elettrici, ottenendo benefici significativi in termini di risparmio economico e rispetto dell’ambiente attraverso la riduzione della carbon footprint.

I contatori elettrici 2.0: caratteristiche e funzionalità

L’evoluzione tecnologica continua a garantire benefici considerevoli nel monitoraggio dei consumi di energia elettrica, per diminuire le emissioni di gas ad effetto serra e rendere la propria abitazione più green. L’ultima novità sono i contatori elettrici 2.0, installati da alcuni distributori come E-Distribuzione (ex Enel Distribuzione) al posto dei contatori elettronici di prima generazione.

Questi nuovi dispositivi offrono maggiore consapevolezza sulla bolletta della luce, per sapere come risparmiare sui consumi elettrici e diminuire l’impronta ecologica. I contatori 2.0 di seconda generazione registrano il consumo di corrente ogni 15 minuti, offrendo una panoramica più dettagliata rispetto ai precedenti contatori elettrici.

Inoltre, è possibile monitorare in tempo reale la potenza assorbita in qualsiasi momento, con la possibilità di collegare il contatore a un dispositivo esterno per l’invio dei dati. Ciò consente di richiedere l’abilitazione del servizio al proprio fornitore, per visualizzare tutte le informazioni direttamente tramite app sullo smartphone o via web.

Come attivare il contatore Enel per l’energia elettrica

Per l’attivazione del contatore dell’energia elettrica che non ha mai erogato corrente, oppure in cui il contratto di fornitura luce è stato interrotto, è possibile usufruire di un intervento a distanza. Ciò è fattibile grazie alle funzionalità di telegestione dei contatori elettronici della luce, i quali possono essere attivati da remoto dal distributore.

In questo caso basta rivolgersi a un fornitore sul mercato libero, scegliendo un’offerta luce conveniente, dopodiché il venditore contatterà il distributore locale per richiedere la messa in funzione del contatore elettrico. Per attivarlo bisogna fornire alcune informazioni, tra cui il codice POD che identifica l’utenza e il proprio codice fiscale.

Se invece il contatore della corrente non è ancora presente è necessario procedere con l’allaccio della luce, un’operazione con la quale viene collegata l’abitazione alla rete di distribuzione dell’energia elettrica e viene montato il contatore elettronico. In seguito, il distributore realizza l’attivazione, con l’erogazione di elettricità e la contabilizzazione da parte del fornitore.

Con Pulsee puoi gestire l’allaccio, l’attivazione e la fornitura elettrica con un unico intermediario, usufruendo di un supporto completo per risolvere ogni esigenza legata all’utenza domestica. Inoltre, puoi beneficiare di offerte luce vantaggiose, smart e green, con la possibilità di ottenere una fornitura 100% sostenibile con energia elettrica prodotta esclusivamente da fonti rinnovabili.