Artboard 112 copy 55
Come Pulsee Luce e Gas siamo un soggetto terzo del tutto estraneo al servizio di streaming online denominato Pulsler. Avvisiamo che pertanto non potremo dare seguito ad eventuali segnalazioni e/o richieste. Clicca per approfondire. >>
ico-close

Cos'è il codice PDR e a cosa serve

12/05/2021

Cos'è il codice PDR e a cosa serve

Con l’allacciamento del gas viene assegnato ad ogni contatore un codice alfanumerico univoco, chiamato PDR. In questo modo è possibile localizzare con precisione la posizione del contatore del gas, una soluzione che consente a fornitori e distributori di sapere esattamente dove si trova ogni punto di prelievo.

Si tratta di un’opzione molto utile per semplificare il cambio di fornitura del gas, infatti con il codice PDR è più facile e veloce gestire tutte le pratiche burocratiche e gli interventi operativi sull’impianto. Vediamo nel dettaglio cosa significa PDR, quali sono le caratteristiche principali, dove si trova il codice nella bolletta del gas e a cosa serve esattamente.

Codice PDR: cos’è e cosa significa

Il significato di PDR è Punto di Riconsegna, una sigla composta da numeri e lettere che consente di localizzare la posizione geografica del contatore del gas. Questo codice viene assegnato dal distributore della rete locale, il quale stabilisce le 14 cifre di cui 4 servono a identificare la società che si occupa della distribuzione del gas, mentre le altre 10 indicano l’utenza di riferimento per il punto di prelievo.

In questo caso non bisogna fare confusione tra la fornitura e il contatore, infatti il codice PDR rimane sempre uguale per qualsiasi contratto attivato nella stessa abitazione. Se si cambia fornitore il PDR è lo stesso, sia in caso di subentro sia dopo un’operazione di voltura, mentre quando ci si trasferisce in un’altra abitazione il Codice di Riconsegna sarà differente.

PDR del contatore del gas e altri codici da conoscere

Ogni contatore e utenza del gas sono contraddistinti da alcuni codici importanti da conoscere per non fare confusione. Il codice PDR comprende alcuni dati generali, infatti identifica l’utenza del gas, in particolare la società che si occupa della distribuzione e l’utente titolare del punto di prelievo.

Un’altra sigla da non confondere con il PDR è il codice cliente, infatti se il primo non cambia quando si sostituisce il fornitore energetico, il secondo sarà invece differente in quanto è un riferimento interno dell’operatore per identificare l’utente. Un altro dato è il codice di matricola, con il quale si può conoscere la posizione fisica precisa del contatore.

Infine, l’utenza del gas è collegata anche al codice PDC, ovvero il Punto di Consegna, il quale si riferisce al punto in cui la linea principale si collega con quella locale a media pressione. Il codice PDC può essere lo stesso per diverse utenze, in quanto uno stesso punto di collegamento alla rete in alta pressione può servire vari punti di prelievo locali.

Ecco un breve riepilogo sui codici dell’utenza del gas.

  • Codice PDR – non cambia con un fornitore diverso, identifica il contatore, il distributore e l’utente;
  • Codice cliente – cambia con un fornitore differente, identifica l’utente nei confronti dell’operatore;
  • Codice matricola – non cambia con un fornitore diverso, identifica la posizione del contatore;
  • Codice PDC – non cambia con un fornitore differente, può essere uguale per vari utenti.

Dove si trova il codice PDR nella bolletta del gas

Per realizzare qualsiasi operazione di allaccio del gas, subentro o voltura è indispensabile fornire il codice PDR. Trovarlo nella bolletta è davvero semplice, infatti è indicato nella prima pagina del documento, nella parte superiore a sinistra, insieme ad altre informazioni come il codice cliente, il periodo di fatturazione e il codice REMI.

In alcuni casi il codice PDR può essere riportato anche sul contatore del gas, ad esempio all’interno della targhetta, altrimenti nei nuovi modelli digitali è possibile usare le funzioni interne tramite il display per visualizzare questa sigla. In alternativa è possibile chiedere informazioni al proprio fornitore di gas, qualora l’utenza fosse attiva, oppure contattare il distributore locale fornendo il numero di matricola del contatore.

Dove trovare il codice PDR nella bolletta del gas Pulsee

Con la bolletta 2.0 di Pulsee è possibile trovare facilmente il codice PDR, disponibile all’interno della fattura consultabile tramite l’app o dall’area riservata. Altrimenti basta contattare il servizio clienti attraverso il numero verde oppure su WhatsApp in base alle proprie esigenze.

Chi vuole cambiare fornitore con Pulsee può usufruire di offerte per il gas green, con la possibilità di sottoscrivere il servizio aggiuntivo My Green Energy – Gas Certification. In questo modo si può scegliere una fornitura da biogas per la propria casa, una soluzione sostenibile per diminuire la propria carbon footprint e supportare le energie rinnovabili.