• News & Media
  • >
  • Pannelli solari e fotovoltaici: ecco perché sono diversi

Pannelli solari e fotovoltaici: ecco perché sono diversi

21/04/2022

Pannelli solari e fotovoltaici: ecco perché sono diversi       

Attraverso l’energia solare è possibile generare elettricità verde, oppure sfruttare questa fonte rinnovabile e pulita per il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria. I due utilizzi richiedono tipi di impianti diversi, nel primo caso un sistema con pannelli fotovoltaici, nel secondo un impianto termico con collettori solari.

Spesso confusi tra loro, i moduli solari e fotovoltaici sono invece diversi uno dall’altro, sia nelle caratteristiche tecniche sia nel funzionamento e nell’impiego. Vediamo qual è la differenza tra pannelli solari e fotovoltaici, per capire come funzionano queste due tecnologie, a cosa servono e perché sono due sistemi distinti.

Che differenza c’è tra pannelli solari e fotovoltaici?

La differenza principale tra pannelli solari e fotovoltaici risiede nell’utilizzo dei due sistemi. I collettori solari servono per trasformare l’energia solare in calore, sfruttando la radiazione solare per riscaldare un fluido termovettore con il quale viene aumentata la temperatura dell’acqua ad uso tecnico sanitario, ovvero l’acqua usata per il riscaldamento e quella per i rubinetti del bagno e della cucina.

La struttura dei collettori solari può essere piana vetrata, sottovuoto o tubolare, al suo intern scorre un fluido tecnico che viene inviato al boiler. Qui il fluido cede il calore all’acqua contenuta nel serbatoio, per renderla disponibile all’utilizzo domestico, con la possibilità di integrare il serbatoio nell’impianto solare oppure installarlo separatamente all’interno dell’immobile.

I pannelli fotovoltaici, invece, sono moduli in silicio che trasformano la radiazione solare in energia elettrica. I pannelli possono essere in silicio amorfo, policristallini o monocristallini, con una diversa composizione e configurazione delle celle fotovoltaiche. La radiazione solare mette in moto gli elettroni delle celle di silicio, un materiale semiconduttore, movimento che genera una corrente continua convertita in corrente alternata dall’inverter per il suo utilizzo o la cessione alla rete.

Come è evidente, la differenza tra pannelli fotovoltaici e solari è sostanziale, in termini di struttura, tecnologia integrata e funzionamento. Anche gli impianti fotovoltaici e solari sono completamente diversi, infatti mentre il primo è composto dai moduli fotovoltaici, l’inverter e l’accumulo (batterie per lo storage), il secondo è formato dai collettori solari, dallo scambiatore di calore e dal boiler.

Pannelli solari e fotovoltaici: la differenza di prezzo tra i due moduli

Anche in termini di costi pannelli solari e fotovoltaici sono profondamente differenti. Il costo di un modulo fotovoltaico dipende dalla tipologia, dalla qualità e dalla tecnologia, e il prezzo può andare da circa 70 euro a pannello per i modelli in silicio policristallino (più economici), fino a un massimo di 200-250 euro per i moduli in silicio monocristallino ad alta efficienza.

Anche il costo dei collettori varia in base al tipo e alla qualità dei pannelli, tuttavia è nettamente superiore rispetto al prezzo dei pannelli fotovoltaici. Nel dettaglio, il costo di un collettore solare parte da circa 500 euro per i sistemi a circolazione forzata, quando il serbatoio è separato dai pannelli, fino ad arrivare a circa 2.500 euro per gli impianti a circolazione naturale con serbatoio posizionato sopra i moduli solari.

In entrambi i casi, però, è possibile usufruire di agevolazioni fiscali per l’acquisto e la posa. Per il solare termico è possibile richiedere la detrazione del 65% grazie all’Ecobonus, l’incentivo per gli interventi di riqualificazione energetica, mentre per il fotovoltaico si può ottenere una detrazione del 50% attraverso il bonus ristrutturazione o del 110% con il Superbonus.

La differenza tra pannelli fotovoltaici e solari in termini di efficienza

I pannelli solari e fotovoltaici sono completamente differenti anche dal punto di vista del rendimento. I moduli fotovoltaici hanno un livello di efficienza dal 10% al 25%, a seconda della tipologia di pannello, con una resa più elevata per i moduli in silicio monocristallino di nuova generazione. I collettori solari vantano invece un rendimento intorno all’80%, quindi decisamente più elevato in termini assoluti.

Solare o fotovoltaico: quale impianto conviene?

I pannelli solari e fotovoltaici sono entrambi utili per ridurre la propria impronta di carbonio, per diminuire le emissioni di gas serra e la dipendenza dalle fonti fossili. Queste due tecnologie possono essere integrate e utilizzate insieme, usando il fotovoltaico per produrre energia elettrica verde per l’autoconsumo e il solare termico per coprire il fabbisogno di acqua calda sanitaria o anche per il riscaldamento.

Oggi questi due sistemi sono considerati la principale soluzione per rendere le abitazioni più sostenibili, con la possibilità di sfruttare l’energia solare per questa doppia finalità termica ed elettrica. Entrambi offrono importanti vantaggi economici e ambientali, aspetti da considerare con attenzione per valutare se installare tutti e due gli impianti oppure scegliere appena un solo sistema.

Con noi Pulsee puoi anche ridurre le emissioni legate alla quota restante di energia elettrica e gas prelevata dalla rete, grazie a forniture luce e gas green in cui è inclusa gratuitamente l'attivazione del servizio per avere elettricità prodotta al 100% da fonti rinnovabili. Inoltre, puoi usufruire di numerose promozioni, per sottoscrivere un’offerta gas e luce a prezzi vantaggiosi e risparmiare sui costi delle utenze energetiche.