illustration-faq Created with Sketch.

Conciliazione e risoluzione controversie

Conciliazione e risoluzione controversie

La conciliazione e risoluzione controversie è un servizio gratuito messo a disposizione dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas e gestito da Acquirente Unico per risolvere agevolmente le controversie con i clienti o con gli utenti che sono allo stesso tempo consumatori e produttori di energia elettrica (i cosiddetti “prosumer”).
 

Quando può essere attivata?

Puoi richiedere l’attivazione solo dopo aver presentato un reclamo scritto e aver ricevuto una risposta scritta che reputi insoddisfacente, oppure se non hai ricevuto risposta entro quaranta giorni solari, come previsto dall’Autorità.
 
Tu, oppure un tuo delegato, potrai presentare la richiesta di attivazione della procedura non prima di cinquanta giorni dall'invio del reclamo e non oltre un anno di tempo dalla data di invio del reclamo. 

 
Come si attiva?

Puoi attivare la procedura online registrandoti ed accedendo al portale, compilando online il modulo ed allegando i documenti richiesti.
 
Se non risultano allegati tutti i documenti, ti verrà richiesto di integrare la tua richiesta di attivazione entro sette giorni. Se i documenti mancanti non verranno integrati entro questo termine, la richiesta non andrà a buon fine e verrà archiviata.
 
Nel caso in cui non ti sia possibile utilizzare la modalità online, potrai richiedere l’attivazione della procedura anche inviando il modulo a “Servizio Conciliazione presso Acquirente Unico SpA, v. Guidubaldo del Monte 45 (Roma)” oppure al fax 06-80112087. Potrai così svolgere la procedura telefonicamente se dimostrata l'impossibilità di accedere al Portale stesso.
 

Come si svolge? 

Il servizio prevede un “incontro virtuale” tra le parti, quindi con il tuo venditore e/o distributore di energia, via web o in conference call, alla presenza di un conciliatore.
 
Il conciliatore è esperto in materia di mediazione ed è specificamente formato sul settore energetico. Il suo ruolo è quello di aiutare le parti a raggiungere un accordo per risolvere la problematica portata in conciliazione.
 
Potrai partecipare direttamente alla conciliazione via web, oppure farti rappresentare da un tuo delegato anche appartenente ad un’associazione dei consumatori o ad un’associazione di categoria. Il delegato potrà sottoscrivere l'accordo di definizione della controversia per tuo conto.

 

Quali sono gli esiti?

Se le parti trovano una soluzione per la controversia, sottoscrivono un verbale di accordo che può esser fatto valere davanti al giudice competente in caso di mancato rispetto dei contenuti.
Nel caso in cui non si raggiunga un accordo, la procedura si chiude comunque e la pratica è archiviata con esito negativo.

 

Elenco organismi ADR dell'ARERA

ADR: Alternative Dispute Resolution 

Elenco ADR dell'Autorità

Condividi

share facebook
share twitter